Tag Archives: Giovanni Degiorgi

Lettera al Corriere del Ticino: È determinante motivare i docenti

Riporto una mia lettera di disappunto per dei commenti fuori luogo del capo della divisione scuola del canton Ticino apparsa in data 21 marzo 2012 sul Corriere del Ticino. Ringrazio il giornale per aver pubblicato interamente il mio scritto.

Scrivo in merito alla trasmissione del 14 marzo apparsa al quotidiano, RSI LA1. In questa trasmissione il capo della divi­sione della scuola Diego Erba invita gli aspiranti insegnanti ticinesi ad una mag­giore capacità di adattamento, dichia­rando che gli insegnati provenienti dal­la vicina penisola sono maggiormente impegnati, più determinati e flessibili, e addirittura sono più preparati degli in­segnati ticinesi. Prima di tutto non capi­sco come il signor Erba riesca a determi­nare che gli insegnati di oltre frontiera siano più flessibili degli autoctoni. Forse perchè fanno tanti chilometri per arriva­re al posto di lavoro? Visto che ci sono in­segnanti che abitano nel Sottoceneri e lavorano nel Sopraceneri e vice versa non mi sembra un buon metro di giudizio. In merito alla preparazione, mi domando se gli insegnanti del bel paese siano co­stretti a frequentare la DFA a Locarno co­me tutti gli insegnanti ticinesi, e questo vale pure per i neo laureati delle univer­sità di oltre S.Gottardo. Se non sbaglio questo obbligo cade nel caso in cui il do­cente frontaliere sia già abilitato; le scuo­le universitarie svizzere sono forse di li­vello inferiore rispetto a quelle italiane? Ultimo ma non per importanza, per quanto riguarda la motivazione, se do­vessimo dire ad un docente ticinese di prendere il triplo del salario per un mag­giore impegno, penso che il consenso sa­rebbe univoco nell’accettare l’offerta, an­che a scapito di qualche ora supplemen­tare e qualche chilometro in più; tant’è vero che molti neolaureati ticinesi scel­gono di lavorare oltre S.Gottardo per del­le paghe che sono del 20-30 percento più elevate rispetto a quelle della Svizzera italiana. Per concludere, il signor Erba fa­rebbe meglio a confrontare i salari dei docenti ticinesi a quelli dei docenti degli altri Cantoni, queste disparità a livello svizzero non sono motivate. Gli alunni ticinesi sono forse più semplici da istrui­re rispetto a quelli del resto della Svizze­ra? Mi permetto un’opinione personale, come laureato, impiegato nel Canton Zu­rigo e ragazzo di una docente delle scuo­le medie. Trovo che il capo della divisio­ne della scuola non dovrebbe lasciarsi andare a certe provocazioni ed illazioni, che non solo disturbano i ticinesi, ma in­fastidiscono e demotivano i bravi inse­gnanti indigeni che si impegnano tutti i giorni per far si che il livello dell’istruzio­ne rimanga sempre ottimo. Magari assu­mendo un frontaliere al suo posto avrem­mo un maggiore impegno nel motiva­re i docenti nel loro operato!

Articolo originale:

articolo_cdt

Tagged , , , ,

I introduce myself to you

Born in the southern part of Switzerland, I spend my childhood at the feet of the Alps near Lugano’s lake.

After the gymnasium  I moved to Zurich for my studies at the ETH Zurich and finished them in Ticino by the SUPSI Manno as Informatics engineer. I had the chance to work a few months as assistant then I got a job offer in Zurich and I started working as technical consultant for Motive Inc. I traveled24751_376879676386_533451386_3740944_6840910_n around the world and worked for many customers (BT, Telecom Italy, Swisscom, Saudi Telecom and more) where I covered roles as developer, trainer, deployment manager, QA lead as well as technical leader.

Motive got acquired by Alcatel Lucent and therefore I continued delivering my service as before but for a different company.

After 4 years I decided to search new incentives and I changed to a new company: Steria Schweiz AG, where  I’m engaged as software developer and consultant.

285498_10150250932001387_533451386_7528904_5737553_nDuring my spare time I work on http://www.pontetresa.ch, I go to the cinema and I practice sports.

In my sportive career I did the Zurich marathon, the Triathlon in Locarno as well as the “Trittico” (bike marathon) across the Alps.

Tagged , ,